Fasce di classificazione

Per partecipare all'affidamento dei servizi secondo le norme comunitarie le imprese devono richiedere l'iscrizione in una delle fasce di classificazione. La fascia di classificazione sarà quella immediatamente superiore al volume d'affari medio (fatturato medio al netto IVA) come di seguito riportato:

  • da € 30.987,41 a € 51.645,69;
  • fino a € 206.582,76;
  • fino a € 361.519,83;
  • fino a € 516.456,90;
  • fino a € 1.032.913,80;
  • fino a € 2.065.827,60;
  • fino a € 4.131.655,19;
  • fino a € 6.197.482,79;
  • fino a € 8.263.310,39;
  • oltre € 8.263.310,39.

Tale classificazione dovrà essere calcolata in base alla media del volume di affari, al netto dell'IVA, degli ultimi tre anni (e comunque non inferiore agli ultimi due anni).

Nel caso di prima fascia l’importo medio deve essere almeno di € 30.987,41.

Oltre alla classificazione relativa al volume di affari, l'impresa dovrà dichiarare di aver effettuato anche uno dei seguenti servizi nell'arco del periodo di riferimento (nei tre anni precedenti):

  • almeno uno dei servizi è non inferiore al 40% dell'importo della fascia precedente a quella per la quale si richiede l'iscrizione;
  • almeno due dei servizi sono di importo complessivo non inferiore al 50% dell'importo della fascia precedente a quella per cui si richiede l'iscrizione;
  • almeno tre servizi sono di importo complessivo non inferiore al 60% dell'importo della fascia precedente a quella per cui si richiede l'iscrizione.

L'impresa deve inoltre dichiarare di avere sostenuto un costo complessivo, per il personale dipendente, non inferiore al 40% dei costi totali o del 60% se svolge soltanto attività di pulizia e disinfezione.

L’impresa che, per sua forma giuridica non può comprovare le percentuali di cui all’ultimo punto ovvero che, qualunque ne sia il motivo non le raggiunge, deve produrre un attestato rilasciato dai competenti Istituti comprovante il rispetto delle norme in materia di previdenza e di assicurazione sociale per i dipendenti, per i titolari di impresa artigiana e per i soci in caso di società cooperativa.

Per richiedere l’iscrizione nelle fasce di classificazione l’impresa deve presentare l’apposito modulo previsto per la denuncia REA e il modello richiesta fascia di classificazione (file PDF), allegando:

  • dichiarazioni bancarie che comprovino l’esistenza di rapporti con il sistema bancario riferite agli affidamenti effettivamente accordati;
  • copia dei libri paga e libri matricola per gli ultimi tre anni o per l’eventuale minore periodo di attività, comunque non inferiore al biennio (in alternativa l’impresa interessata può depositare copia del Mod. 770, comprensivo dei relativi quadri, per ciascuno degli anni di riferimento e dichiarazione che l’impresa è disponibile a fornire, su richiesta del responsabile del procedimento, copie integrali dei libri paga e dei libri matricola non rese, oppure a consentire l’accesso presso i propri uffici ai funzionari eventualmente incaricati di effettuare opportune verifiche sui libri stessi);
  • un elenco dei principali servizi prestati dall’impresa (file PDF) per gli ultimi tre anni o per l’eventuale minore periodo di attività, comunque non inferiore al biennio con le relative attestazioni rese dai committenti su carta intestata dell’impresa o dell’ente secondo l’allegato B del D.M. 274/97 (file PDF);
  • un elenco dei contratti in essere (file PDF) alla data di presentazione dell’istanza.

Le variazioni relative all'appartenenza alla fascia di classificazione devono essere comunicate entro trenta giorni dal momento in cui si sono verificate.

Le variazioni che comportano una variazione negativa (declassamento) della fascia di appartenenza devono essere comunicate entro un anno dal momento in cui si sono verificate.

Ultima modifica: venerdì 22 giugno 2018

Condividi

Valuta questo sito

Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
Linee guida di design per i servizi web della PA

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E TIRRENO

SEDE DI LIVORNO - Piazza del Municipio, 48
Centralino: 0586 231.111

SEDE DI GROSSETO - Via F.lli Cairoli, 10
Centralino: 0564 430.111

Pec: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it

ORARIO AL PUBBLICO
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
15:15-16:45 il martedì e il giovedì
Sportello Diritto Annuale
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
Registrazione marchi e brevetti
09:00-12:00 dal lunedì al venerdì
su appuntamento (marchibrevetti@lg.camcom.it, tel. 0586 231.281-289-291 per la sede di Livorno, 0564 430.236 per la sede di Grosseto)

SEDE DI LIVORNO
Orario distribuzione tagliandi sportelli al pubblico: 08:30-12:30 - 15:00-16:30

L'Ufficio Crisi da Sovraindebimento riceve solo su appuntamento (tel. 0586/231308-257; email: occ@lg.camcom.it)

Codice fiscale e Partita Iva: 01838690491

Codice univoco fatturazione elettronica: UFN1JE

Conto Corrente Postale
Numero Conto: 001033828730
IBAN: IT22C0760113900001033828730

Conto Corrente Bancario
IBAN: IT57 F061 6013 9201 0000 0046 078 (BIC: CRFIIT3F)

Il portale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework