PMI Innovativa

 

Riferimenti normativi

DL 24 gennaio 2015, n.3 “Investment Compact”, convertito con modificazioni dalla Legge 24 marzo 2015, n.33

Raccomandazione 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE

DL 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla Legge n.221 del 17 dicembre 2012, e successivi aggiornamenti


Che cosa è

Le piccole e medie imprese (PMI) innovative sono società di capitali, anche in forma di cooperativa, con sede in Italia o in altro Paese membro dell'Unione Europea o in Stati aderenti all'accordo sullo spazio economico europeo, purchè abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia in possesso dei requisiti previsti dall'art. 4 del D.L. n. 3/2015, che non superano i limiti dimensionali relativi a organico e fatturato/bilancio previsti dalla normativa europea sulle PMI, in possesso dei seguenti requisiti:

  • certificazione dell'ultimo bilancio e dell'eventuale bilancio consolidato redatto da un revisore contabile o da una societa' di revisione iscritti nel registro dei revisori contabili;
  • azioni non quotate in un mercato regolamentato;
  • assenza di iscrizione nella sezione speciale del Registro delle imprese dedicata alle start-up innovative e agli incubatori certificati;

Il contenuto innovativo dell'impresa è identificato con il possesso di almeno due dei seguenti requisiti:

  • volume di spesa in ricerca, sviluppo e innovazione in misura uguale o superiore al 3 per cento della maggiore entita' fra costo e valore totale della produzione;
  • impiego come dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo, in percentuale uguale o superiore al quinto della forza lavoro complessiva, di personale in possesso di titolo di dottorato di ricerca o che sta svolgendo un dottorato di ricerca presso un'universita' italiana o straniera, oppure in possesso di laurea e che abbia svolto, da almeno tre anni, attivita' di ricerca certificata presso istituti di ricerca pubblici o privati, in Italia o all'estero, ovvero, in percentuale uguale o superiore a un terzo della forza lavoro complessiva, di personale in possesso di laurea magistrale;
  • titolarita', anche quali depositarie o licenziatarie di almeno una privativa industriale, relativa a una invenzione industriale, biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varieta' vegetale ovvero titolarita' dei diritti relativi ad un programma per elaboratore originario registrato presso il Registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore, purche' tale privativa sia direttamente afferente all'oggetto sociale e all'attivita' di impresa.

La norma prevede alcuni vantaggi a favore delle PMI innovative (esenzioni, agevolazioni, deroghe).

Per beneficiare delle agevolazioni previste, le società in possesso dei requisiti prescritti dalla legge, devono iscriversi nella sezione speciale del registro imprese riservata alle PMI innovative, presentando apposita domanda.

Dopo l'iscrizione, le PMI innovative hanno l’obbligo di aggiornare le informazioni comunicate al registro imprese entro il 30 giugno di ciascun anno e dichiarare il mantenimento dei requisiti entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio e comunque entro 6 mesi dalla chiusura di ciascun esercizio.
La mancata presentazione della dichiarazione di mantenimento dei requisiti comporta la cancellazione d'ufficio dalla sezione speciale del registro delle imprese e la conseguente perdita dei benefici previsti per le PMI innovative.

Avvertenza: requisito essenziale per l'iscrizione della società nell'apposita sezione delle PMI innovative, e per tutta la durata dell'iscrizione, è la certificazione del bilancio

Nel sito http://startup.registroimprese.it/pminnovative/ sono disponibili la guida contenente tutte le informazioni sulle PMI innovative e il modello di autocertificazione del possesso dei requisiti.
Le istruzioni sugli adempimenti amministrativi (costituzione, comunicazione periodiche, cancellazione) sono contenute nella guida interattiva adempimenti societari.


Costi

Le pratiche relative alle PMI innovative sono esenti da bolli mentre devono essere corrisposti i diritti di segreteria per gli adempimenti relativi alle iscrizioni nel Registro delle imprese.
 

Ultima modifica: mercoledì 17 gennaio 2018

Condividi

Valuta questo sito

Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
Linee guida di design per i servizi web della PA

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E TIRRENO

SEDE DI LIVORNO - Piazza del Municipio, 48
Centralino: 0586 231.111

SEDE DI GROSSETO - Via F.lli Cairoli, 10
Centralino: 0564 430.111

Pec: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it

ORARIO AL PUBBLICO
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
15:15-16:45 il martedì e il giovedì
Sportello Diritto Annuale
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
Registrazione marchi e brevetti
09:00-12:00 dal lunedì al venerdì
su appuntamento (marchibrevetti@lg.camcom.it, tel. 0586 231.281-289-291 per la sede di Livorno, 0564 430.285-236 per la sede di Grosseto)

SEDE DI LIVORNO
Orario distribuzione tagliandi sportelli al pubblico: 08:30-12:30 - 15:00-16:30

L'Ufficio Crisi da Sovraindebimento riceve solo su appuntamento (tel. 0586/231308-257; email: occ@lg.camcom.it)

Codice fiscale e Partita Iva: 01838690491

Codice univoco fatturazione elettronica: UFN1JE

Conto Corrente Postale
Numero Conto: 001033828730
IBAN: IT22C0760113900001033828730

Conto Corrente Bancario
IBAN: IT57 F061 6013 9201 0000 0046 078 (BIC: CRFIIT3F)

Il portale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework