Raccomandatari marittimi

Elenco Raccomandatari Marittimi dei porti di Livorno, Marina di Carrara, Viareggio, Portoferraio, Piombino, Porto Santo Stefano, Capraia Isola, Talamone e Follonica >>


 

Iscrizione

L'iscrizione nell'elenco autorizza all'esercizio delle attività di raccomandazione di navi, quali assistenza al comandante nei confronti delle autorità locali o dei terzi, ricezione o consegna delle merci, operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri, acquisizione di noli, conclusione di contratti di trasporto per merci con rilascio dei relativi documenti, nonché qualsiasi altra analoga attività per la tutela degli interessi a lui affidati.
Presso la Camera di Commercio di Maremma e Tirreno, in quanto a LIvorno ha sede la direzione marittima, è istituito un Elenco Interprovinciale di Raccomandatari Marittimi nel quale vengono iscritti coloro che sono abilitati a svolgere le attività sopraelencate, in una località compresa nella circoscrizione della direzione marittima ( porti di Livorno, Marina di Carrara, Viareggio, Portoferraio, Piombino, Porto Santo Stefano, Capraia Isola, Talamone e Follonica).

In tale elenco devono essere iscritti i titolari delle imprese individuali e gli amministratori delle società che hanno per oggetto della loro attività la raccomandazione di navi nonché gli institori di dette imprese e società. In quest'ultimo caso la procura institoria può essere conferita e rilasciata da titolari di imprese individuali, amministratori o soci amministratori in possesso dei poteri di firma e legale rappresentanza di società, solo se iscritti in un Elenco dei Raccomandatari Marittimi.


Requisiti

  1. Aver conseguito il diploma di scuola media superiore;
  2. non avere subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, contro l'amministrazione della giustizia, contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio e contro il patrimonio, per contrabbando oppure per ogni altro delitto non colposo, per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni o nel massimo a cinque anni, ovvero per reati in materia valutaria per i quali la legge commini la pena della reclusione;
  3. aver svolto almeno due anni di tirocinio professionale (La Commissione Interprovinciale dei Raccomandatari di Livorno ritiene assolto il tirocinio professionale biennale, previsto dall’art. 9, lettera f), della legge 4.4.1977, n. 135, nelle seguenti modalità: dipendente e/o amministratore presso imprese esercenti attività di agenzia marittima raccomandataria, con mansioni riconducibili all’ambito delle attività attinenti la raccomandazione marittima);
  4. sostenere un esame orale tendente ad accertare la conoscenza degli usuali documenti del commercio marittimo, delle cognizioni giuridiche attinenti all'esercizio della professione, nonché alla lingua inglese.


Documentazione da presentare per sostenere l'esame

  • Domanda in bollo da euro 16,00, utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore (allegato al bando di esame);
  • dichiarazione (esente da bollo), utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore con la quale un raccomandatario marittimo iscritto in qualsiasi elenco raccomandatari marittimi dichiari che l'aspirante ha svolto almeno due anni di tirocinio professionale (allegato al bando di esame);
  • attestazione del versamento di euro 77 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma e Tirreno indicando la seguente causale 'Elenco Raccomandatari Marittimi - domanda d'esame.

Programma di esame e testi consigliati (file PDF)

Esami abilitanti anno 2017


Documentazione da presentare per l'iscrizione all'Elenco

Successivamente al superamento dell'esame, con esito positivo, il candidato dovrà far pervenire entro il termine perentorio di 30 giorni dalla comunicazione della Commissione esaminatrice i seguenti documenti per l'iscrizione:

  • domanda in bollo da euro 16,00 - utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore; 
  • attestazione del versamento di euro 31 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma e Tirreno indicando la seguente causale 'Elenco Raccomandatari Marittimi - domanda d'iscrizione';
  • attestazione del versamento di euro 168,00 nel c/c postale n. 8003 intestato a 'Agenzia delle Entrate - Ufficio di Roma 2 Tasse di Concessioni Governative' indicando la seguente causale 'Tassa di Concessione Governativa per iscrizione nell'Elenco Raccomandatari Marittimi';
  • attestazione dell'avvenuto versamento della cauzione a garanzia delle obbligazioni nascenti dall'esercizio della attività di raccomandatario nella misura di:
    - Euro 25.822,84 per chi opera nel porto di Livorno;
    - Euro 12.911,42 per chi opera nei porti di Piombino e Marina di Carrara;
    - Euro 5.164,57 per chi opera nei porti di Viareggio, Portoferraio, Porto Santo Stefano, Capraia Isola, Talamone e Follonica.

La cauzione potrà essere prestata in denaro, ovvero in titoli di Stato, o garantiti dallo Stato, esenti da qualsiasi vincolo intestati all'agente marittimo od al portatore. La cauzione può essere prestata anche mediante polizza assicurativa o fideiussione bancaria. Le cauzioni in denaro o in titoli devono essere depositate presso la Banca d'Italia – sezione Tesoreria Provinciale dello Stato.
 

Documentazione da presentare per l'iscrizione all'Elenco in caso di trasferimento da altro Elenco

Il raccomandatario già iscritto in un elenco che intende cambiare l’ambito territoriale di svolgimento della professione deve presentare domanda alla Camera di Commercio presso la quale intenda trasferire la propria iscrizione e contemporaneamente comunicarlo alla Camera di commercio di provenienza e ad entrambe le Direzioni Marittime dei porti di provenienza.

  • Domanda in bollo da euro 16,00 - utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore; 
  • attestazione del versamento di euro 31 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma eTirreno indicando la seguente causale 'Elenco Raccomandatari Marittimi - domanda d'iscrizione';
  • attestazione dell'avvenuto versamento della cauzione a garanzia delle obbligazioni nascenti dall'esercizio della attività di raccomandatario nella misura di:
    - Euro 25.822,84 per chi opera nel porto di Livorno;
    Euro 12.911,42 per chi opera nei porti di Piombino e Marina di Carrara;
    Euro 5.164,57 per chi opera nei porti di Viareggio, Portoferraio, Porto Santo Stefano, Capraia Isola, Talamone e Follonica.

La cauzione potrà essere prestata in denaro, ovvero in titoli di Stato, o garantiti dallo Stato, esenti da qualsiasi vincolo intestati all'agente marittimo od al portatore. La cauzione può essere prestata anche mediante polizza assicurativa o fideiussione bancaria. Le cauzioni in denaro o in titoli devono essere depositate presso la Banca d'Italia – sezione Tesoreria Provinciale dello Stato.


Documentazione da presentare in caso di aggiunta di autorizzazione all'esercizio della attività di Raccomandatario marittimo da parte di coloro che sono già iscritti all'Elenco

  • Domanda in bollo da euro 16,00 - utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore; 
  • attestazione del versamento di euro 10,00 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma e Tirreno;
  • attestazione dell'avvenuto versamento della cauzione a garanzia delle obbligazioni nascenti dall'esercizio della attività di raccomandatario nella misura di:
    - Euro 25.822,84 per chi opera nel porto di Livorno;
    - Euro 12.911,42 per chi opera nei porti di Piombino e Marina di Carrara;
    - Euro 5.164,57 per chi opera nei porti di Viareggio, Portoferraio, Porto Santo Stefano, Capraia Isola, Talamone e Follonica.

La cauzione potrà essere prestata in denaro, ovvero in titoli di Stato, o garantiti dallo Stato, esenti da qualsiasi vincolo intestati all'agente marittimo od al portatore. La cauzione può essere prestata anche mediante polizza assicurativa o fideiussione bancaria. Le cauzioni in denaro o in titoli devono essere depositate presso la Banca d'Italia – sezione Tesoreria Provinciale dello Stato.


Documentazione da presentare in caso di cessazione parziale dell'attività di Raccomandatario marittimo

In tale ipotesi, la documentazione deve essere presentata nel caso di cessazione parziale dell'attività per conto di una o più imprese con mantenimento dell'iscrizione all'Elenco per continuazione dell'attività di raccomandatario marittimo per conto di altra o altre imprese.
L'istanza di cessazione dell'attività contiene anche la richiesta di liberazione della cauzione prestata.
a) Domanda in bollo da euro 16,00
- utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore;
b) attestazione del versamento di euro 10,00 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma e Tirreno.


Documentazione da presentare in caso di cessazione totale dell'attività di Raccomandatario marittimo con conseguente cancellazione dell'iscrizione dall'Elenco Interprovinciale

L'istanza di cancellazione dall'elenco per cessazione totale dell'attività contiene anche la richiesta di liberazione della cauzione prestata.

a) Domanda in bollo da euro 16,00 - utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore; 
b) attestazione del versamento di euro 10,00 nel c/c postale n. 1033828730 intestato alla Camera di Commercio di Maremma e Tirreno.


Riferimenti normativi

Legge 4.4.1977, n. 135
Legge 15.12.1949, n. 1137
D.P.R. 18.12.2001, n. 483
Circ. Ministero dei Trasporti n. 6130 del 7.5.2010

Ultima modifica: venerdì 14 luglio 2017

Condividi

Valuta questo sito

Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
Linee guida di design per i servizi web della PA

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E TIRRENO

SEDE DI LIVORNO - Piazza del Municipio, 48
Centralino: 0586 231.111

SEDE DI GROSSETO - Via F.lli Cairoli, 10
Centralino: 0564 430.111

Pec: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it

ORARIO AL PUBBLICO
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
15:15-16:45 il martedì e il giovedì
Per registrazione marchi e brevetti
09:00-12:00 dal lunedì al venerdì

SEDE DI LIVORNO
Orario distribuzione tagliandi sportelli al pubblico: 08:30-12:30 - 15:00-16:30

L'Ufficio Crisi da Sovraindebimento riceve solo su appuntamento (tel. 0586/231308-257; email: occ@lg.camcom.it)

Codice fiscale e Partita Iva: 01838690491

Codice univoco fatturazione elettronica: UFN1JE

Conto Corrente Postale
Numero Conto: 001033828730
IBAN: IT22C0760113900001033828730

Conto Corrente Bancario
IBAN: IT57 F061 6013 9201 0000 0046 078 (BIC: CRFIIT3F)

Il portale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework