Home » CCIAA Maremma e Tirreno » Servizi » Carte tachigrafiche
Carte tachigrafiche

Riferimenti normativi

Il cronotachigrafo 

Il cronotachigrafo digitale, che occorre per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall’esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato di facile contraffazione da parte degli utilizzatori, così da consentire la manomissione delle rilevazioni degli orari e per questo in grado di creare gravi distorsioni della libera concorrenza del mercato dell’autotrasporto (su 1 milione di veicoli controllati nel 2002, sono state riscontrate circa 70.000 frodi o tentativi di frode). Inoltre, problemi d’utilizzo ed affidabilità, specialmente nella lettura dei dati sui dischi utilizzati dal tachigrafo analogico hanno reso complessi anche i controlli da parte delle Autorità competenti.

Il cronotachigrafo digitale è formato da due elementi fondamentali per il suo utilizzo:

  • un’unità veicolo: è un apparecchio simile ad un’autoradio o ad un lettore cd, che comprende due lettori smart-card, un selettore d’entrata manuale, uno schermo per la visualizzazione dei dati e una piccola stampante;
  • una smart-card.

Il controllo dei dati

Collegato in maniera sicura ai sensori del veicolo, il cronotachigrafo digitale registra nella sua memoria i dati relativi all’uso del veicolo per il periodo di un anno. In particolare, vengono rilevati: l’identità del o dei conducenti, i tempi di guida e di riposo, le modalità di guida (singolarmente o in équipe).

Le altre funzioni

L’apparecchio registra inoltre:

  • i dati identificativi del veicolo (a vita);
  • la distanza percorsa;
  • le anomalie di funzionamento ed i guasti (per un anno);
  • la velocità tenuta nelle ultime 24 ore di utilizzo del veicolo.


Le carte tachigrafiche

La carta tachigrafica è il dispositivo che consente l’utilizzo dell’unità veicolare (tachigrafo) nelle sue diverse funzioni. Permette, innanzitutto, di identificare il soggetto che opera con il tachigrafo, sia esso un conducente, un’autorità di controllo, un’officina di manutenzione o un’azienda proprietaria del veicolo. Essa stessa contiene un sistema di conservazione di dati, relativamente alle operazioni che vengono svolte con il tachigrafo digitale. Esistono quattro diversi tipi di carta, ognuna con una diversa funzione in relazione al soggetto che la deve utilizzare. Le carte sono rilasciate dalle Camere di commercio, individuate dalla normativa nazionale, quali Autorità di rilascio in Italia (DM 361 del 31 ottobre 2003). Le carte italiane sono state oggetto di omologazione da parte del MAP, formalizzata con DM 29 luglio 2005.

Le quattro smart-cards
Ogni tipo di carta tachigrafica ha una propria funzione ed un utilizzo specifico a seconda che appartenga al conducente, all’azienda, alle autorità di controllo o all’officina. Esse sono:

La carta conducente >>

La carta dell'azienda >>

La carta dell'officina >>

La carta dell'Autorità di controllo >>

 

Come si richiedono e come si rinnovano

Per richiedere le carte tachigrafiche è necessario rivolgersi all’Ufficio Registro Imprese presso l’Ufficio di Registrazione della Camera di Commercio della Maremma e del tirreno, sede di Livorno e sede di Grosseto in orario di sportello.
Le domande, complete della documentazione prevista e dell’attestazione del versamento dei diritti di segreteria sul c/c postale n. 1033828730, possono essere inoltre inviate per posta all’Ufficio Registro Imprese della Camera di Commercio, sede di Livorno e sede di Grosseto
La sostituzione di carta tachigrafica, per difetto della stessa, comporta il pagamento di un diritto pari a euro 20,17 (euro 17,00 per diritti di segreteria e dal 1° agosto 2014 euro 3,17 per spese postali). Tale diritto non è applicato se la richiesta viene presentata entro sei mesi dal rilascio della carta tachigrafica.

La sostituzione di carta tachigrafica per deterioramento comporta il pagamento di un diritto pari a euro 40,17 (euro 37,00 per diritti di segreteria e dal 1° agosto 2014 euro 3,17 per spese postali).

Ultima modifica: giovedì 15 dicembre 2016

Condividi

Valuta questo sito

Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
Linee guida di design per i servizi web della PA

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E TIRRENO

SEDE DI LIVORNO - Piazza del Municipio, 48
Centralino: 0586 231.111

SEDE DI GROSSETO - Via F.lli Cairoli, 10
Centralino: 0564 430.111

Pec: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it

ORARIO AL PUBBLICO
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
15:15-16:45 nei giorni di martedì e giovedì
Per registrazione marchi e brevetti
09:00-12:00 dal lunedì al venerdì

SEDE DI LIVORNO
Orario distribuzione tagliandi sportelli al pubblico: 08:30-12:30 - 15:00-16:30

Codice fiscale e Partita Iva: 01838690491

Codice univoco fatturazione elettronica: UFN1JE

Conto Corrente Postale
Numero Conto: 001033828730
IBAN: IT22C0760113900001033828730

Conto Corrente Bancario
IBAN: IT47I0503413900000000005489 (BIC: BAPPIT22)

Il portale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB ® - Content Management Framework