Home » CCIAA Maremma e Tirreno » Servizi » Arbitrato - Mediazione e Conciliazione - Mediazione internazionale » Arbitrato » Avviare un arbitrato amministrato dinanzi alla camera arbitrale della CCIAA della Maremma e del Tirreno
Avviare un arbitrato amministrato dinanzi alla camera arbitrale della CCIAA della Maremma e del Tirreno

Bacheca avvisi e scadenze di questa pagina

ven 19 ott, 2018
2 NOVEMBRE: CHIUSE LE SEDI CAMERALI E LE AZIENDE SPECIALI DI LIVORNO E GROSSETO

 

Come avviare un arbitrato amministrato dinnanzi alla Camera Arbitrale della Camera di Commercio della maremma e del tirreno, ai sensi dello Statuto e Regolamento vigente dal 01/09/2016

PARTE PROPONENTE LA DOMANDA DI ARBITRATO
Se la clausola fa riferimento alla Camera Arbitrale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno o anche, più genericamente, alla Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ovvero si riferisce alle clausole delle Camere Arbitrali della Camera di Commercio di Grosseto e di Livorno prima dell’accorpamento (art. 9 dello Statuto e Regolamento), la parte dovrà depositare la domanda di arbitrato, regolarmente notificata, presso la Segreteria di cui agli uffici ubicati in Livorno, Piazza del Municipio, n. 48 e Grosseto, Via F.lli Cairoli, n. 10.

La domanda di arbitrato è notificata direttamente dall’attore al convenuto o ai convenuti; l’originale notificato dovrà essere depositato presso la Segreteria entro il successivo termine di 15 giorni dal perfezionamento della notifica. La litispendenza è determinata dalla notifica dell’atto introduttivo (art. 16, comma 3 dello Statuto e Regolamento).

L’attore con il deposito della domanda di arbitrato dovrà versare anche l’acconto delle spese della procedura (si rinvia al capo VI dello Statuto e Regolamento).

Pertanto la parte proponente l’arbitrato effettuata la notifica dovrà:


PARTE CONVENUTA
Il convenuto dovrà depositare presso la Segreteria la memoria di risposta entro trenta giorni dalla ricezione della domanda di arbitrato (art. 17, comma 1, dello Statuto e Regolamento), altresì dovrà versare l’acconto delle spese della procedura (si rinvia al capo VI dello Statuto e Regolamento).

Pertanto la parte convenuta dovrà:

Sarà cura della Segreteria trasmettere la memoria di risposta all’attore entro cinque giorni lavorativi dalla data di deposito presso il domicilio eletto (art. 17, comma 3, dello Statuto e Regolamento).

Nel caso in cui il convenuto non depositi la memoria di risposta, l’arbitrato prosegue in sua assenza (art. 17, comma 4) e le spese della procedura saranno interamente a carico della parte proponente l’arbitrato.

Ultima modifica: martedì 16 gennaio 2018

Condividi

Valuta questo sito

Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno
Linee guida di design per i servizi web della PA

CAMERA DI COMMERCIO DELLA MAREMMA E TIRRENO

SEDE DI LIVORNO - Piazza del Municipio, 48
Centralino: 0586 231.111

SEDE DI GROSSETO - Via F.lli Cairoli, 10
Centralino: 0564 430.111

Pec: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it

ORARIO AL PUBBLICO
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
15:15-16:45 il martedì e il giovedì
Sportello Diritto Annuale
08:45-12:45 dal lunedì al venerdì
Registrazione marchi e brevetti
09:00-12:00 dal lunedì al venerdì
su appuntamento (marchibrevetti@lg.camcom.it, tel. 0586 231.281-289-291 per la sede di Livorno, 0564 430.236 per la sede di Grosseto)

SEDE DI LIVORNO
Orario distribuzione tagliandi sportelli al pubblico: 08:30-12:30 - 15:00-16:30

L'Ufficio Crisi da Sovraindebimento riceve solo su appuntamento (tel. 0586/231308-257; email: occ@lg.camcom.it)

Codice fiscale e Partita Iva: 01838690491

Codice univoco fatturazione elettronica: UFN1JE

Conto Corrente Postale
Numero Conto: 001033828730
IBAN: IT22C0760113900001033828730

Conto Corrente Bancario
IBAN: IT57 F061 6013 9201 0000 0046 078 (BIC: CRFIIT3F)

Il portale della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la piattaforma eCCIAA